Logo VECO Group
Swiss Advisors 1973
Il Trust
Tipologie di Trust
Il Trustee Svizzero
Fiscalità del Trust in Svizzera
Fiscalità del Trust in Italia
Trust e polizza a confronto
Fondazione filantropica e il Trust
Dieci domande sul Trust
VECO Trustee SA
Interessato a una consulenza personalizzata?
Ci contatti!
Grazie per la sua richiesta, la contatteremo a breve
Oops! Sembra che qualcosa non abbia funzionato.

Dieci domande sul Trust

1. Chi può istituire un Trust
Persone fisiche e persone giuridiche, aziende, enti, fondazioni o associazioni.

2. Chi sono i soggetti del trust?
Il Disponente é il soggetto proprietario dei beni che si spossessa degli stessi per affidarli al trustee e decide a quali finalità o a quali beneficiari sono destinati.
Il Beneficiario o la classe dei beneficiari colui o coloro che godranno dei beni del trust.
Il Trustee è l'intestatario formale dei beni che li amministra pro tempore e li assegnerà ai beneficiari.
Il Guardiano é un soggetto di fiducia del disponente che sorveglia l'operato del trustee

3. Il trust é legale?
Il Trust è uno strumento assolutamente legale. Sebbene in Svizzera non esiste ancora una legge regolatrice, il Trust, se istituito per iscritto, é riconosciuto in base alla Convenzione dell'Aia relativa alla legge applicabile ai trust e al loro riconoscimento, in vigore in Svizzera dal 1 luglio 2007.

4. Perché il trust?
Il trust é uno strumento giuridico flessibile che permette dar sistemazione una serie di situazioni personali, famigliari e aziendali alle quali le norme previste dal diritto civile non danno soluzione adeguata.

5. Quali beni possono essere assegnati ad un trust?
• Disponibilità liquide finanziarie
• Portafogli patrimoniali
• Titoli partecipativi, azionari, obbligazioni quotate e non
• Beni immobili (in piena proprietà, nuda proprietà o usufrutto)
• Diritti d'autore, diritti di credito
• Aziende di famiglia
• Polizze assicurative
• Beni ed oggetti preziosi
• Collezioni d'arte

6. Perché si istituisce un trust?
Innumerevoli sono gli obiettivi che il trust può raggiungere, i principali sono i seguenti• Tutela del proprio patrimonio personale
• Protezione del coniuge o della persona cara
• Volontà di destinare il patrimonio ad un figlio (ma non ad esempio ad un eventuale futuro coniuge del figlio stesso)
• Tutela di figli minori o disabili
• Timore che una situazione avversa possa privare dell'attuale tenore di vita: in questa ipotesi quindi il disponente potrebbe voler segregare una parte del proprio patrimonio in modo che sia inattaccabile dai terzi in futuro
• Pianificazione in caso di famiglie allargate o di figli non meritevoli ai quali far pervenire redditi e patrimoni in modo dilazionato
• Continuità aziendale
• Filantropia

7. Quanto dura un trust?
La durata del trust viene determinata per iscritto nell'atto istitutivo a cura del disponente: nei trust successori supera la durata della vita del disponente. La scadenza è quindi una scelta del disponente ed è legata agli obiettivi che vuole raggiungere.

8. Il trust è uno strumento sicuro?
Se il Trust è ben istituito e il Trustee è serio ed affidabile, non si corre assolutamente nessun rischio. Infatti. Il Trustee gestisce correttamente i patrimoni affidati dai clienti, esponendo il proprio nome e quello dei propri amministratori alle sanzioni civili e penali in caso di cattiva gestione. Il Trustee ha obbligo di rendiconto nei confronti del guardiano, che supervisiona e controlla l’operato del Trustee e, in caso vi fosse la necessità può revocare la Trustee company e conferire l’incarico ad un’altra. L’attività del trustee Svizzero è un’attività regolata, soggetta a vigilanza di FINMA e questo conferisce una ulteriore garanzia di irreprensibilità nell’attività del Trustee.

9. Quanto costa il Trust?
Il Trust è uno strumento complesso e delicato. Per questo motivo necessita di una intensa fase preliminare di analisi da parte disponente e del Trustee, che spesso dura mesi, per cui e sempre difficile identificare a priori il costo di un Trust.
In generale i costi si possono distinguere in:
• Costi di istituzione: è l’importo dovuto alla Trustee company per lo studio di istituzione del Trust. Comprende lo studio della situazione famigliare, della successione, dei rapporti di famiglia, della fiscalità della famiglia e delle imprese ad essa collegate, della governance aziendale. Comprende l'allestimento e la sottoscrizione dell’atto istitutivo.
• Costi di gestione: è un importo annuo pagato alla Trustee company per la gestione del Trust. Comprende gestione ordinaria, contabilità e adempimenti correlati agli obblighi di rendiconto, di compliance e di comunicazione obbligatorie.

10. Quanto tempo ci vuole per costituire un Trust?
Il Tempo è una variabile molto importante nella costruzione di un trust ma in nessun modo deve essere l’elemento che ne impedisce la solida e riflessiva costruzione. La fase preparatoria di analisi è quella più lunga in quanto raccoglie e confronta innumerevoli elementi personali, familiari e aziendali che possono risultare fondamentali per gli obiettivi che si vogliono raggiungere.